Bremer: lo United lo vuole ma la Juve prova a blindarlo

Bremer: lo United lo vuole ma la Juve prova a blindarlo
Bremer (Instagram)

La Juventus sembra non avere alcun rimorso per la scelta fatta un anno e mezzo fa quando, per rimpolpare la colonna vertebrale della propria difesa, ha investito una cifra considerevole per accaparrarsi Gleison Bremer. Con una operazione che ha raggiunto i 50 milioni tra parte fissa, bonus e oneri accessori, la Vecchia Signora ha posto rimedio alla partenza di Matthijs de Ligt, lasciando il segno sul mercato e dimostrando una volta di più la capacità di rigenerarsi e rinnovarsi.

Il difensore brasiliano è divenuto il pilastro su cui si è costruita una nuova linea difensiva, una certezza che ha permesso alla dirigenza bianconera di pianificare con tranquillità il futuro. Tale è stata la fiducia riposta in Bremer che, nonostante il breve periodo trascorso alla Continassa, i vertici hanno già avviato trattative per il prolungamento del suo contratto. L’obiettivo è quello di diluire i costi a bilancio legati all’ammortamento e, al contempo, di gettare le basi per una futura cessione, che sia frutto di una decisione condivisa e ponderata.

Bremer alla Juve sta bene e vuole restare

Nonostante ciò, a oggi, l’idea di un addio appare remota. Bremer si è imposto come riferimento imprescindibile della difesa della Juventus, diventandone un vero e proprio totem. Il suo apporto sarà fondamentale anche per la prossima stagione, in cui la squadra torinese cercherà di riconquistare lo scudetto e di fare bella figura sul palcoscenico europeo.

Ciononostante, nell’ambito calcistico, le ambizioni personali e le offerte allettanti possono far vacillare anche le certezze più solide. Bremer, con le sue prestazioni, ha attirato gli sguardi di club prestigiosi, in particolar modo dalla Premier League. E sebbene la Juventus non abbia intenzione di privarsi facilmente del suo gioiello difensivo, è consapevole che un’offerta al di sopra dei 70 milioni di euro potrebbe aprire un dialogo.

In questo scenario, il Manchester United emerge come uno dei potenziali interessati. Il club inglese, guidato da Erik Ten Hag, ha mostrato non poche ambizioni e sarebbe pronto a intavolare una trattativa. La dirigenza bianconera ha tuttavia fissato il prezzo, lanciando un chiaro avvertimento a chiunque fosse tentato di sottrarre il baluardo brasiliano: Bremer ha un costo, e non è alla portata di tutte le borse.

Sulle spalle di Gleison Bremer, quindi, non pesa solo la responsabilità di difendere la porta bianconera, ma anche quella di sostenere la valutazione economica che la Juventus ha stabilito per lui. Per ora, lo scenario dominante è quello di una Continassa che guarda al futuro con Bremer come protagonista indiscusso, ma nel calcio, come si sa, le certezze possono trasformarsi in trattative in un battito di ciglia.