Genoa e Benfica: contratto di prestito di Petar Musa in fase di definizione

Genoa e Benfica: contratto di prestito di Petar Musa in fase di definizione
Petar Musa (Instagram)

In una frenetica caccia al talento che possa dare nuova linfa al reparto offensivo del Genoa, sembra che il nome di Petar Musa stia emergendo con prepotenza nel casting dei possibili nuovi attaccanti rossoblù. Il calciatore croato, attualmente in forza al Benfica, potrebbe presto arricchire l’arsenale offensivo della squadra ligure. Mister Gilardino aveva già richiesto rinforzi in passato nel settore offensivo. La partenza di Puscas in direzione Bari apre la porta a questa trattativa, per la gioia dei tifosi del Grifone.

Nell’ambito di un mercato sempre più impetuoso, le indiscrezioni trapelate suggeriscono che i dialoghi tra il club genoano e la società portoghese stiano assumendo toni via via più intensi. Il Benfica, infatti, sembra essere disposto a lasciar partire il proprio centravanti, ma a precise condizioni.

Secondo le ultime voci di corridoio, i due sodalizi avrebbero trovato una base di accordo sulla formula dell’affare: un prestito che porterebbe Musa a vestire la maglia del Genoa fino al termine di questa stagione, con in aggiunta un’opzione di riscatto a favore dei liguri. Tuttavia, il terreno d’intesa presenta ancora delle asperità, legate soprattutto ai dettagli economici e alle prestazioni sportive che il giocatore dovrà garantire.

Petar Musa vuole misurarsi con la Serie A

Il nodo cruciale della trattativa si annoda attorno al numero di gol che Musa dovrà realizzare per attivare la clausola di riscatto. Il Benfica vorrebbe che bastassero un paio di reti, o al massimo tre, per considerare il prestito concluso con successo e passare al riscatto. Una soglia che, al contrario, il Genoa ritiene essere eccessivamente bassa, proponendo cifre superiori in linea con le proprie aspettative.

Gli addetti ai lavori, con il fiuto per le notizie di mercato, rimangono con gli occhi puntati sulle mosse dei due club. Il Genoa, in particolare, si trova in un momento cruciale della sua stagione e l’acquisto di un attaccante come Musa potrebbe rappresentare quel tassello mancante capace di rivoluzionare l’assetto tattico della squadra, donando quel pizzico di imprevedibilità e finitura che manca da tempo.

Musa, dal canto suo, avrebbe l’opportunità di mettersi in luce in un campionato competitivo come quello italiano, palcoscenico ideale per dimostrare il proprio valore e guadagnarsi un posto stabile nell’élite del calcio europeo.

Il tempo stringe e il calciomercato non aspetta: la finestra per le trattative è sempre più angusta e le decisioni vanno prese in fretta. Tifosi e appassionati attendono con trepidazione l’esito di questo intrigo calcistico che potrebbe scrivere una nuova pagina nella storia dello storico club genovese. Resta da vedere se le parti riusciranno a limare le divergenze, aprendo la strada a una collaborazione che potrebbe rivelarsi ricca di soddisfazioni per entrambe le parti coinvolte.